giovedì 1 giugno 2017

l'elettricista Nicola Piredda di 41 anni è morto tragicamente cadendo dal tetto: era vedovo, lascia un bimbo di 6 anni

Gropello piange Nicola «Ora aiutiamo suo figlio» 

Grande partecipazione ai funerali dell’elettricista 41enne caduto dal tetto Continuano la mobilitazione e le iniziative a sostegno del piccolo Tommaso 

GROPELLO. Non è bastata la chiesa di San Giorgio, a Gropello, per contenere l'affetto del paese e di un'intera zona. Tutti volevano esserci per l'ultimo saluto a Nicola Piredda, elettricista 41enne già vedovo dal 2014 per la morte per malattia della moglie e padre del piccolo Tommaso, di soli 6 anni.
Piredda è morto la scorsa settimana in maniera tragica: è caduto dal tetto di una villa di Gropello dove stava lavorando per sistemare l'antenna. Una tragedia nella tragedia, ora c'è un bambino orfano a soli 6 anni.
Ieri le centinaia di persone che conoscevano Nicola, una vita nel mondo del calcio prima da giocatore e poi da allenatore, hanno voluto salutarlo. Ma cuori e menti di tutti sono già rivolti al piccolo Tommaso, che era in prima fila al funerale del padre. E il cuore della Lomellina, della provincia di Pavia, ma anche di persone da fuori Regione ha fatto partire una gara di solidarietà straordinaria.
Nessuno vuole lasciare solo Tommaso, che ha ancora dei nonni, in una vita che per lui è iniziata con due lutti tremendi.
«Tante associazioni di Gropello, che insieme alla nostra hanno lanciato la raccolta fondi per Tommaso, hanno ricevuto contatti da tutta la Provincia di Pavia e anche da fuori, hanno chiamato anche da Novara - spiega il dirigente della Pro Loco, Arduino Fusari - Ora ci stiamo attrezzando, apriremo un conto bancario per ricevere tutti i fondi. E poi nei prossimi giorni, insieme alle altre associazioni di Gropello, incontreremo un avvocato all'oratorio per definire come dare in maniera corretta e prevista dalle norme il denaro destinato a Tommaso».
In tanti hanno chiamato i promotori della raccolta fondi per donare denaro, ma c'è chi è andato oltre.
«Penso all'impresario di Mortara Gianpaolo Carini, uno che ha organizzato concerti con Ricchi e Poveri, Gian Pieretti ed altre stelle degli anni '60-'70, che si è già mosso per organizzare una serata revival a Gropello dove i cantanti si esibiranno e l’incasso verrà devoluto a favore di Tommaso - aggiungono dalla Pro Loco - ed anche un'associazione di Redavalle si è già detta disponibile a devolvere al bambino l'incasso di uno spettacolo teatrale che stanno organizzando. C'è stata una vera e propria mobilitazione per Tommaso, la morte del suo giovane padre ha davvero sconvolto tutti, non solo a Gropello».
Sandro Barberis Scrivi un Commento è importante!!Grazie
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Archivio Completo